Whitney, amore mio di Judith McNaught

La quindicenne Whitney Stone e’ un ragazzaccio impertinente. La sua cotta non corrisposta per il più anziano Paul spinge suo padre a mandarla a Parigi insieme agli zii materni per migliorarne le maniere.

Passano tre anni, e sotto l’amorevole cura dello zio e della zia, la giovane donna è fiorita in un’incantevole bellezza, trasformandosi ben presto in una delle perle della scintillante Società parigina – fatto questo che non passa inosservato all’affascinante e potente Clayton Westmoreland, Duca di Claymore, che decide di sposarla sebbene la conosca appena. Ad insaputa di Whitney, Claymore stipula un generoso contratto di fidanzamento con suo padre, che accetta di buon grado trovandosi in forti difficoltà finanziarie.

Al suo rientro in Inghilterra, Clayton cerca di avvicinarsi a Whitney, mantenendole pero’ nascosto l’accordo intercorso. Ma nonostante il fervente interesse del Duca, dopo tutti questi anni Whitney e’ ancora fissata con Paul. O almeno lo è sino a quando anche lei non si ritrova ad essere tentata da Clayton… Un’attrazione che la incanta e la confonde allo stesso tempo, facendola comportare testardamente ed in modo piu’ battagliero di quanto il proprio cuore non la porterebbe ad essere.

Ma Clayton non vive simili confusioni. Lui vuole Whitney. E progetta di averla, nonostante diversi ostacoli, fra cui l’infatuazione che Whitney sembra avere per Paul e la sincera preoccupazione della zia. Prima che i piani di Clayton e Whitney possano finalmente arrivare a compimento, i due dovranno vedersela con un groviglio di fraintendimenti che metteranno in forse la speranza stessa di un epilogo felice.

WESTMORELAND DINASTY SAGA libro n. 2

Titolo italiano: Whitney, amore mio
Titolo originale: Whitney, my love
Autore: Judith McNaught
Anno: 1985
Epoca Regency: 1815-1820 d.C.
Location: 
Inghilterra – Francia

 

Hai letto anche tu questo libro? Parliamone…

Questo è in realtà il primo romanzo regency scritto dalla McNaught, anche se era stato rifiutato dalla casa editrice e quindi pubblicato solo in seguito. Lo stile è ancora incerto, ma la trama è veramente piena di colpi di scena.

Il romanzo è avvincente ma ho trovato i personaggi e le loro motivazioni non ben delineate, ovvero, spesso rinnegano quello che hanno detto o fatto appena prima.

Whitney è un bel personaggio femminile seppure da ragazzina era vivace e appiccicosa che non lascia respirare Paul con le sue avances sfacciate. Lei è pazzamente innamorata di lui e, in realtà, è talmente incontenibile che il padre, vedovo, è costretto a mandarla con gli zii a Parigi per cercare di farla diventare una vera dama. E così è stato, Whitney cresce molto nei due anni passati con gli zii in Francia ed è piena di ammiratori, tra cui Nicholas Du Ville affascinante nobile che non si stacca mai da lei. Ad una festa in maschera un incontro-scontro con un affascinante sconosciuto la lascia stordita ma la cosa è presto dimenticata. L’amore per Paul non è passato e, quando suo padre la richiama in Inghilterra, lei è ben decisa a sposare Paul a tutti i costi.

Qui inizia il bello, Clayton Westmoreland, duca di Claymore ha già fatto un patto con il padre sborsando una cifra da capogiro per risanarne i debiti, a patto che Whitney lo sposi. Era lui l’affascinante sconosciuto della festa in maschera e dopo averla vista una sera o poco più, è deciso a sposarla.

Ora qui nasce il primo controsenso visto che Clayton è uno scapolone con centinaia di amanti al suo attivo e ci vorrebbe dire che solo per aver visto Whitney ad una festa è disposto a pagare una cifra esorbitante e ad accettare le successive pesanti umiliazioni per lei? La cosa pare effettivamente poco credibile.

Allo stesso modo Whitney lo insulta e lo rifiuta in tutti i modi, arrivando fino al punto di voler fuggire con Paul di nascosto per sposarsi con lui e poi, improvvisamente, appena scopre che Paul era interessato anche alla sua dote (che effettivamente nemmeno aveva) la nostra Whitney si ritrova di punto in bianco pazzamente innamorata di Clayton.

Addirittura dopo una serie di fraintendimenti tra i due, Clayton arriva praticamente a  violentarla, ma è lei che poi farà il primo passo per tornare insieme. La cosa non quadra affatto… anche nella parte finale quando lei rimane incinta e lui pensa che il figlio non sia il suo.

Insomma, nel libro si decanta tanto amore, ma in fin dei conti a prevalere è il fraintendimento e l’orgoglio.

Da 1 a 10?

7

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 7.5/10 (2 votes cast)
Whitney, amore mio di Judith McNaught, 7.5 out of 10 based on 2 ratings
Ti piace questo post? Condividilo con i tuoi amici:

Commenta anche tu