Ice di Eva Inés Delgado

  • Categoria dell'articolo:Contemporary
  • Tempo di lettura:8 minuti di lettura

Ice di Eva Inès Delgado inizia mostrandoci Ice (Derek) che combatte sul ring e riesce a vincere la tanto agognata coppa UFC.

Derek Price , moro con occhi azzurri, viene chiamato Ice perchè quando combatte è un uomo di ghiaccio.

Ice di Eva Inés Delgado – il mio Derek Price

Durante i festeggiamenti rivede la sorella di Nathan Sanders , Stephanie che non vedeva da 8 anni, da quando era partita per New York per studiare danza all’Accademia.

Per Derek è un brutto colpo, aveva lasciato una bambina di 10 anni con l’apparecchio ai denti ed ora si è materializzato davanti a lui un angelo biondo con gli occhi celesti ed un viso angelico.

Ice di Eva Inés Delgado – la mia Stephanie

Derek è il tipo che non si fa scappare nessuna ragazza ma per lui è facilissimo. E’ un bellissimo ragazzo moro con occhi azzurri, è campione UFC ed è un fusto da paura.

Però Stephanie è la sorella di Nathan, il suo amico fraterno oltre che suo coach, si conoscono da quando avevano 11 anni. Lui frequenta la famiglia di Nathan da piccolo, li considera la sua famiglia, ama i genitori di Nathan ma si era dimenticato della sorellina che avevano accompagnato all’areoporto quando lei aveva 10 anni.

Ora che l’ha vista è rimasto senza fiato, non ha mai incontrato una ragazza così bella e sente subito un trasporto verso Stephanie, ma non può.

Derek ama le donne ma non vuole legami e non può usare Stephanie solo per un suo capriccio, quindi decide di essere freddo e di tererla a distanza.

Derek non sa però che Stephanie ha una cotta per lui da quando era una bambina ed ora che è tornata in vacanza per 2 mesi non ha nessuna intenzione di lasciare Derek alle altre ragazze. Si accorge che Derek la tiene a distanza ma Stephy ce la mette tutta per farlo capitolare e ci riesce. Derek si confida con Nathan, è convinto che non potrà mai farla felice, ha troppi lati oscuri nella sua infanzia, non è adatto per fare un marito o un padre.

“Ci sono cicatrici che non si rimarginano mai, Natan. Si riaprono a seconda del momento creando voragini e crolli, ci finisci dentro, impantanato in una pozza di sangue in cui galleggi ma che non vuoi mai attraversare, perchè non c’è fine, nessuna sponda da raggiungere o a cui aggrapparsi, e non tocchi nè vedi il fondale.”

Quando si trovano a Las Vegas per un incontro di boxe Derek e Stephy passano una nottata ad amarsi appassionatamente e Stephy inizia a credere che forse Derek possa amarla per davvero, ma al mattino la doccia fredda: Derek le dice che è meglio chiudererla lì.

“Stephy non si merita questo.Lei deve vivere un sogno quando vedrà il suo futuro marito davanti all’altare; merita che ad accoglierla in fondo alla navata, scortata da suo padre, vi sia qualcuno che possa giurarle amore eterno per poi andare a festeggiare. Quella sera deve mangiare bene, brindare con tutti i suoi cari e ballare fino a notte fonda, ed io non sono certo colui con cui potrebbe dividere un evento del genere. Non ho neanche dei parenti con cui festeggiare, a parte mia nonna e Nathan, il mio fratello per scelta, che inviterei insieme alla sua famiglia che è diventata un pò anche la mia. Ma a parte loro, nessun altro, diavolo.”

Recensione

Leggendo Ice di Eva Inès Delgado veniamo catturati dalla personalità di Derek. E’ un ragazzo forte, fondamentalmente buono ma non sa esprimere sentimenti. E’ circondato da uno spesso muro di cemento armato ed il suo cuore è anche avvolto da un filo spinato spesso per non fare entrare nessuno.

Ha avuto una infanzia triste e difficilissima, solo la nonna è riuscita a tirarlo su con tutto l’amore che ha potuto dargli. E’ quindi normale che quando inizia a provare dei sentimenti verso Stephy non riesca a riconoscerli e si chiuda ancora di più a riccio.

Sinceramente certe volte avrei voluto prendere Derek per il collo e scrollarlo per bene. Fa soffrire la povera Stephanie e questo continuo tira e molla non fa altro che confondere di più le idee al biondo angioletto.

Ci vorrà un pò di tempo ma alla fine ci sarà il tanto penato lieto fine ed è molto tenera la parte in cui Derek cede finalmente al sentimento che aveva sotterrato nel suo cuore e, quando permette a questo di uscire sarà come assistere ad una bottiglia di champagne schakerata in modo che il getto di schiuma all’apertura, il cosiddetto fenomeno gerbage come viene chiamato in Francia , ci inondi tutti con l’effetto doccia!

“Non sei mai solo se basti a te stesso. Ma a volte incontri qualcuno che ci fa capire che non ti basti più.”

Consiglio di leggere Ice di Eva Inès Delgado.

Brava Eva Inés Delgado!

Voto da 1 a 10?

9

Approfondimenti

UFC – UFC (Ultimate Fighting Championship) è un’organizzazione di arti marziali miste statunitense e fu dondata nel 1993.

UFC iniziò in occasione di un torneo organizzato per individuare il miglior combattente del mondo, di qualsiasi stile di lotta. Con un numero estremamente limitato di regole, la UFC divenne inizialmente nota per i suoi combattimenti senza esclusione di colpi e per la brutalità di pugni, calci, ginocchiate, testate che i lottatori s’infliggono reciprocamente.

I match della UFC sono composti da tre o cinque rounds della durata di cinque minuti ciascuno: gli incontri per il titolo hanno una durata di cinque riprese, tutti gli altri si concludono al termine della terza.

Vuoi leggere altri romanzi? Clicca qui!

Leggilo adesso

Leggi tutti i libri di Eva Inès Delgado

Altre storie ambientate a Los Angeles?

Lascia un commento