Thelma & Louise – Film 1991

Thelma & Louise sono 2 amiche con una vita noiosa e senz aprospettive. Un giorno decidono di prendersi una vacanza e partire insieme.

Il viaggio sarà, per loro, l’ultimo.

Una sera, dopo essersi divertite in un bar, Thelma all’uscita sta per essere violentata. Interviene Louise che fredda il malintenzionato. Thelma vorrebbe andare dalla polizia a costituirsi, ma Louise che è già stata in prigione la dissuade e la convince a fuggire.

La loro fuga è ostacolata da un bellimbusto che dopo una notte di passione con Thelma le ruba le ultime disponibilità, condannando le amiche a una fuga disperata.

Dalla loro parte hanno un poliziotto, che non viene scoltato da nessuno.

Recensione

Thelma & Louise è un film semplicemente splendido. Ogni volta che lo vedo piango.

Piango per il dolore delle protagoniste. Piango perché capisco come si sentono le protagoniste, quando sono libere sono imprigionate nella loro vita ordinaria e quando sono in fuga capiscono che tornando indietro andrebbero a condannarsi ad una prigionia ancora peggiore.

La sceneggiatura di Thelma & Louise segue le regole del viaggio dell’eroe in 3 atti.

Primo atto

  1. Mondo ordinario: 2 amiche del cuore decidono di andare a pescare insieme.
  2. Chiama per l’avventura: una amica spara a un tipaccio che stava per violentare l’altra.
  3. Rifiuto della chiamata: non vanno dalla polizia preferendo fuggire.
  4. Incontro con il mentore: Louise per Thelma e successivamente i ruoli si invertono.
  5. Attraversando la prima soglia: Thelma rapina un negozio per avere contante.

Secondo atto

  1. Prove, Alleati e nemici: gli uomini tutti sono loro nemici. Un detective tenta di tirarle fuori dai pasticci, ma le amiche non gli credono.
  2. Avvicinamento alla caverna più profonda:
  3. Il calvario: le amiche sono circondate e non hanno via di scampo. Davanti a loro il burrone.
  4. Ricompensa: le amiche scelgono di essere libere.

Terzo atto

  1. La resurrezione: le amiche si lanciano con la macchina nel vuoto. La loro ressurrezione è l’estrema scelta di libertà che abbracciano unite per sempre.
  2. La strada del ritorno: le amiche non tornano indietro. Non si arrendono per andare anni in prigione.
  3. Ritorno con l’elisir: non c’è il lieto fine, o il classico finale dell’antieroe. L’elisir è che purtroppo anche se si tratta di fiction, questo film è molto vicino alla realtà di tantissime donne in tutto il mondo.

Costato 16.5, ne incassa oltre 45.

Da 1 a 10?

8 (le volevo vive e le volevo libere)

Guarda il trailer in lingua originale

Compra il DVD

Indossa la maglietta

Ascolta la colonna sonora

Tieniti stretta una scatola di fazzolettini

Se vuoi vedere tutti i film dei quali abbiamo analizzato le sceneggiature, leggile qui.

Leggi il libro dell’eroe

Ti piace questo post? Metti un mi piace sulla nostra pagina Facebook.

Lascia un commento