Amai di Umberto Saba

  • Categoria dell'articolo:Poesie
  • Tempo di lettura:2 mins read

Amai trite parole che non uno osava.

M’incantò la rima fiore amore, la più antica, difficile del mondo

Amai la verità che giace al fondo, quasi un sogno obliato, che il dolore riscopre amica.

Con paura il cuore le si accosta, che più non l’abbandona.

Amo te che mi ascolti e la mia buona carta lasciata al fine del mio gioco.

Umberto Saba
In Amai, il significato della poetica di Umberto Saba

Come grandi archetipi della poesia classica (fiore, amore) ritrovano nuova vita con Saba, che si pone in netto contrasto con le tendenze del suo periodo (le poesie di quegli anni sono ermetiche, rifuggono dall’uso di un lessico quotidiano).

Per Saba la poesia deve essere semplice, diretta, immediata. La poesia può e deve dare veritò e consolare il dolore ed ha un unico obiettivo, parlare al cuore di chi la legge, facendosi capire.

Amai è stata scritta da Saba nel 1946 ed è stata inserita nella sezione di poesie di Umberto Saba chiamata Mediterranee, all’interno del Canzoniere.

Si tratta di 3 strofe di diversa lunghezza costituite da endecasillabi (eccetto il v. 3 che è trisillabo).

  • Prima strofa:  Umberto Saba afferma con orgoglio (parole che non uno / osava; la più antica difficile del mondo) la scelta di utilizzare nelle sue composizioni un vocabolario semplice, che ama accostamenti tradizionali (non triti) come la rima fiore amore. Ci può essere innovazione, ricerca anche rimanendo nella tradizione della poesia classica. Non a caso il Canzoniere prima che essere il nome scelto da Saba, era il nome della raccolta di poesie di Petrarca.
  • Seconda strofa: Umberto Saba espone il suo manifesto programmatico, ovvero i contenuti della sua poesia. Innanzitutto Saba punta sulla ricerca della verità. Solo la verità può placare il dolore presente nell’animo umano.
  • Terza strofa: Umberto Saba nella strofa conclusiva dichiara il suo patto con il lettore. Saba non scrive per se stesso, ma per tutti coloro che lo desiderano leggere. L’obiettivo di chiarezza, dichiarato nella prima strofa diventa ancora più evidente nella terza: la poesia deve essere di tutti, a prescindere del livello di istruzione, deve parlare al cuore di tutti e deve farsi capire.

Leggi tutte le poesie di Saba

Leggi le poesie di Saba che abbiamo commentato.

Lascia un commento