Lady Oscar di Jacques Demy – Film 1979

Lady Oscar di Jacques Demy – Film 1979

  • Categoria dell'articolo:Film Storici
  • Tempo di lettura:7 minuti di lettura

Grande festa alla corte di Francia: Jacques Demy dirige a Versailles una produzione nippo francese sul capolavoro della Ikeda, Lady Oscar, primo e finora unico Live Action.

La storia è nota e in meno di 2 ore di film vediamo narrati tutti gli elementi salienti del manga/anime riadattati. La storia omette tutta la parte della Du Barry. Oscar indossa sin da subito la giacca blu. Fersen già frequenta la corte di Francia e conosce Oscar quando questa gli dà dei colpetti sulla schiena dopo che Jeanne Valois gli era stata offerta in moglie.

Anche la vicenda di Rosalie è diversa. Conosce Oscar per strada, ma non andrà a vivere a casa Jarjayes ed è già fidanzata con Bernard e diventa amica di André, ma non di Oscar.

La richiesta di trasferimento di Oscar avviene mentre la Regina è impegnata a mettere in scena il Barbiere di Siviglia di Pierre Beaumarchais.

Girodelle compare poco, non è un militare. Verso la fine del film con una generosa offerta di matrimonio che estende in un certo modo anche ad André, convince il padre di Oscar a concedergli la mano della figlia.

Oscar viene arrestata e messa in prigione per aver disubbidito a un ordine del suo direttosuperiore indieme tutti i militari della Guardia. Tornata a casa per spiegare le sue motivazioni al padre, il padre ingaggia un duello a colpi di spada e solo l’intervento di André impedisce al padre di uccidere la figlia. Nell’anime Oscar scrive una lettere appassionata al padre che la benedisce.

Il giorno della presa della Bastiglia è raccontato iniziando da quello che accade a versailles, con il re che si prepara per andare a caccia e la Regina che si sveglia fra le braccia di Fersen.

Oscar e André sono a Parigi e si aggirano fra la folla disarmati. Non c’è la l’esercito della guardia da guidare in battaglia. Fra i tumulti si perdono fra i vicoli della città.

La cosa peggiore è il finale: Oscar sopravvive. André muore. Nella presa della Bastiglia praticamente muore solo André e pochi altri.

Oscar nella folla intravede Rosalie e Bernard ai quali chiede se hanno visto andré. Per tutta risposta ottiene:

Abbiamo preso la Bastiglia!

Oscar si volta e continua a cercare André. Musica e titoli di cosa.

E ancora mi chiedo, accetterà la proposta di quel depravato di Girodelle? Rispunterà Fersen?

A questo punto perchè non fare un sequel con Oscar invecchiata che racconta la sua versione dei fatti. La farei sposare a Girodelle, che, come più volte dichiarato nel film, era ben felice di mostrare a Oscar l’amore nelle sue 50 sfumature. Semplicemente antesignano.

Recensione

Prima dell’universo Marvel, c’era solo Lady Oscar di Jacques Demy. Mi ricordo che quando finamente ebbi la possibilità di vederlo rimasi estasiata. Un po’ come i bambini di oggi che dopo aver letto tutto di Harry Potter, finalmente possono vedere i film.

Le differenze con la storia originale sono molte: la Oscar nel film è meno consapevole della realtà di fame e povertà di Parigi., meno versata nelle armi, nello battagliera. Più avvezza a una guardia a piedi, tiene in braccio un neonato, il tanto agognato erede maschio. ed è decisamente statica e meno dicreta della Oscar dell’anime.

La Oscar dell’anime cavalca sempre, si allena con la spada e con la pistola e a corte mantiene un profilo basso.

La colonna sonora dell’anime è imbattibile.

Da 1 a 10?

6 e mezzo (non sono d’accordo con il finale)

Guarda il trailer in lingua originale
https://www.youtube.com/watch?v=O3-msh8zztQ

Compra il DVD

Vedi il film sorseggiando la tua bevanda calda nella tazza commemorativa

Leggi un libro che molte avrebbero voluto scrivere

E un manga sull’infanzia della Regina Maria Antonietta

Lascia un commento