Voglia di Tenerezza- Film 1983

Una madre e una figlia hanno tanta voglia di tenerezza. La madre è vedova da millenni e ha con la figlia un rapporto tanto viscerale quanto conflittuale. Si amano alla follia, ma non possono fare a meno di litigare.

La figlia inizia a peregrinare all’interno degli Stati Uniti, seguendo il lavoro del marito, la madre dopo tanto indugiare inizia ad aprirsi al mondo, accettando la corte di diversi pretendenti, non da ultimo quella dell’ingombrante vicino, un ex astronauta.

Le relazioni sentimentali della mamme e della figlia proseguono con pochi alti e molti bassi sinché la tragedia bussa alla porta di entrambe.

Recensione

Voglia di Tenerezza è un film al femminile che apre la strada a molti altri dove la risata e la lacrima si ben bilanciano (vedi Fiori d’Acciaio).

Nel film c’è una relazione conflittuale fra madre e figlia, i loro amori, le difficoltà che devono superare tutto sotto lo sguardo di 3 bambini bellissimi.

Ora, se non hai visto il film, fermati, sotto la sceneggiatura spezzettata secondo la parabola dell’eroe, un modello cinematografico, che tutti i film di successo hanno adottato.

La sceneggiatura d Voglia di Tenerezza segue le regole del viaggio dell’eroe in 3 atti.

Primo atto

  1. Mondo ordinario: Aurora è una bella vedova del Sud che ha un rapporto viscerale con la figlia
  2. Chiama per l’avventura: la figlia si trasferisce in un altro stato al seguito del marito. Aurora rimane sola.
  3. Rifiuto della chiamata: la madre è contraria a tutte le scelte della figlia. La figlia si sente imprigionata nel suo ruolo di moglie e madre.
  4. Incontro con il mentore: Aurora incontra il suo vicino di casa. La figlia incontra un simpatico signore al supermercato.
  5. Attraversando la prima soglia: Aurora accetta l’invito del vicino di casa. La figlia e il signore al supermercato diventano amanti.

Secondo atto

  1. Prove, Alleati e nemici: Aurora esce con l’astronauta, racconta tutto alla figlia. La figlia saluta il suo amante a causa dei continui trasferimenti del marito. La compagna di scuola della figlia la sostiene. La figlia scopre che il marito ha un’amante,
  2. Avvicinamento alla caverna più profonda: Aurora e l’astronauta si lasciano e la figlia comunica alla madre che ha un tumore inoperabile.
  3. Il calvario: la figlia in ospedale soffre e la madre non può fare molto per aiutarla.
  4. Ricompensa: la figlia affida i bambini alla madre e muore serena dopo aver salutato i maschietti.

Terzo atto

  1. La resurrezione: Aurora accetta il suo ruolo di mamma e nonna.
  2. La strada del ritorno: si riaffaccia l’astronauta che racconta ai maschietti le sue imprese nello spazio.
  3. Ritorno con l’elisir: la vita continua

Tante nomination agli Oscar e tanti premi vinti.

Costato 8 milioni di dollari, ne incassa 165.

Da 1 a 10?

8 (piango sempre, anche dopo averlo visto praticamente un milione di volte)

Guarda il trailer in lingua originale

Vedilo ora https://www.primevideo.com/detail/0K64WMUTEC6JLZOL51A3NOXGE4/ref=dvm_src_ret_it_xx_s

Compra il DVD

Leggi il libro dal quale è stato tratto il film

Vestiti anche tu come Aurora pe rincontrare il tuo astronauta

Non fatti scappare il bomber di Garrett Breedlove

Leggi il libro sulla parabola dell’eroe

Leggi lo script.

Indovina quale altro film che adoriamo ha diretto e sceneggiato il regista e sceneggiatore di Voglia di Tenerezza?

Lascia un commento