Elizabeth – Film 1998

  • Categoria dell'articolo:Film Storici
  • Tempo di lettura:8 minuti di lettura

Maria la Cattolica muore, la protestante Elizabeth, sua sorellastra, diventa Regina di Inghilterra. Siamo nel 1558.

I primi anni di regno sono un incubo. Elizabeth ha appena 25 anni. Ha vissuto parte della sua vita nella Torre di Londra e parte n campagna. intorno a lei persone che sono convinte che il suo regno non durerà e pretendenti, spagnoli, inglesi, francesi, che le si offrono per impossessarsi del trono, cospiratori e lo stesso Papa che non vede di buon occhio una sovrana non cattolica.

Maria di Ghisa, non volendo, le fa aprire gli occchi inviandole la bandiera con i gigli di Francia macchiata con il sangue di un bambino inglese inviato a combattere in Scozia con altri srovveduti, mentre l’esercito rimaneva nei feudi dei nobili inglesi, che non la appoggiano.

Elizabeth capisce che un uomo non può avere 2 padroni e con l’Atto di Uniformità rende l’Anglicanesimo chiesa di stato. I cospiratori di organizzano e cercano di ucciderla prima e di convincerla a prendere marito.

Matura esperienza, capisce che deve ragionare con la sua testa e che per continuare a essere veramente regina non deve cndividere il potere con nessuno se non con l’Inghilterra stessa, che afferma a fine film di aver sposato.

Recensione

Splendido film storico. ben diretto, altrettanto ben recitato, con le ovvie inesattezze storiche, ma si tratta pur sempre di fiction e non di documentario e quindi ben vengano se a giovarne è lo spettacolo.

La sceneggiatura di Elizabeth segue le regole del viaggio dell’eroe in 3 atti.

Primo atto

  1. Mondo ordinario: Maria la Cattolica, Regina di Inghilterra, muore. La protestante Elizabeth, sua sorellastra, diventa Regina di Inghilterra.
  2. Chiama per l’avventura: Elizabeth muove guerra contro Maria di Guisa.
  3. Rifiuto della chiamata: Elizabeth si accorge che contro Maria di Guisa sono stati mandati ragazzi.
  4. Incontro con il mentore: Francis Walsingham diventa il suo mentore
  5. Attraversando la prima soglia: Elizabeth in parlamento propone la legge per una unica religione. L’Atto di Uniformità (un uomo non può servire 2 padroni)

Secondo atto

  1. Prove, Alleati e nemici: òa Regina subisce diversi attentati. Robert Dudley, l’amante della Regina, è già sposato e la Regina lo caccia dalla corte e viene convinto sagli spagnoli a perorare la loro causa. Enrico, duca d’Anjou, suo pretendente francese ama vestirsi da donna. Gli spagnoli si alleano con il Duca di Norkfolk. Il Papa scrive una bolla dove scioglie i sudditi inglesi dall’obbligo di obbedianza verso Elizabeth. IN Inghilterra si aggira un prete inviato dal Papa.
  2. Avvicinamento alla caverna più profonda: su ordine della Regina Walsingham riesce a caturare il prete che dopo tortura confessa i nomi dei cospiratori.
  3. Il calvario: Elizabeth condanna a morte i cospiratori.
  4. Ricompensa: l’unico dei cospiratori che non fa uccidere è Robert Dudley per “rammentarci di continuo il gravissimo pericolo che abbiamo corso”, spiega la Regina a Walsingham.

Terzo atto

  1. La resurrezione: Elizabeth libera l’Inghilterra dai suoi nemici e decide di diventare divina. I ritratti di Elizabeh iniziano a essere divulgati. Elizabeth si sostituisce alla Vergine Maria
  2. La strada del ritorno: Elizabeth si fa tagliare i capelli, si dipinge il volto di bianco e diventa Vergine.
  3. Ritorno con l’elisir: Elizabeth in abito bianco si presenta nella sala del trono e afferma di essere ormai sposata all’Inghilterra.

Meglio della scena finale del Padrino,la carneficina dei congiurati, perché che decide è una donna.

Siamo in pieno Rinascimento, in Inghilterra chiamato anche epoca Elisabettiana.

Costato 30 milioni di dollari, ne incassa 82.

Da 1 a 10?

8

Guarda il trailer in lingua originale

Vedilo ora https://www.primevideo.com/detail/0M6M0RGOI05IZ1TPKVDS5W0QNW/ref=dvm_src_ret_it_xx_s

Compra il DVD

Leggi la biografia

Vestiti come la Regina

Se vuoi vedere tutti i film dei quali abbiamo analizzato le sceneggiature, leggile qui.

Leggi il libro dell’eroe

Leggi lo script

Lascia un commento