I Giocolieri delle Stelle

Oggi incontriamo i I Giocolieri delle Stelle, una compagnia teatrale che lo scorso 2017 ha messo in scena un musical con protagoniste Lady Oscar, Maria Antonietta e la stella della Senna, dal titolo Una Spada per 3 Indimenticabili Rose. Un interessante cross over che ha acceso l’entusiasmo dei fan di tutta Italia.

Il musical è suddiviso in due atti:

– il primo atto (1h 20 circa) narra lo splendore della corte di Versailles

il secondo atto ( 40 minuti cira) narra la rivoluzione francese e si conclude con la decapitazione di Maria Antonietta fatta vedere attraverso le scene finali dell’omonimo film del 1939 con Norma Shearer e Tyrone Power. 

La Trama

1770, una Maria Antonietta 14enne arriva in Francia per sposare Luigi XVI, e conosce Lady Oscar sua guardia del corpo. passano gli anni, Maria Antonietta ad un ballo a Parigi conosce e si innamora di Fersen. La scortano Oscar e André, sempre innamorato di Oscar. Intanto a Parigi la situazione è drammatica, il popolo non ha da mangiare. Il nobile Robert (Tulipano Nero) convince Simone, una fioraia orfana e abile spadaccina a diventare la Stella della Senna, a unirsi alla sua causa e difendere il popolo dai sorpusi dei nobili. La situazione si inasprisce. Oscar diventa capitano dei soldati della guardia, mentre Simone scopre di essere la sorella segreta della regina e rinuncia combattere con i rivoltosi. Inizia la rivoluzione, André muore il 13 luglio 1789 in ocmbattimento e Oscar il giorno seguente surante la presa della Bastiglia. Il musical si conclude con la morte della Regina,

La storia è sottolineata da una bella colonna sonora e dalle emozionanti sciabolate degli atleti del club scherma Viareggio.  

Le Canzoni del Musical

Lady Oscar (sigla) 
Una spada per Lady Oscar (sigla) 
Il tulipano nero (sigla) 
Complotto alla corte del re 
Minuetto pe la regina 
Il canto di André
Bara wa Utsukushiku Chiru 
Alle porte della rivoluzione 
Pezzi classici: 
Minuetto, Lei, Senza un briciolo di testa 

Oggi abbiamo la fortuna di intervistare I Giocolieri delle Stelle.

Inizio con Yattaa, che ha interpretato André.

Ciao Yattaa, grazie per il tempo che ci dedichi. Raccontaci dei Giocolieri.

Y: Grazie a te e complimenti per il suo sito. Noi siamo un gruppo teatrale no-profit. Io ho interpretato Andre’ e mi sono occupato della regia.

Come Giocolieri delle Stelle avete anche realizzato un (Due destini travolti dalla rivoluzione: la storia di Lady Oscar e Maria Antonietta) che ha ricevuto premi in Italia e a livello internazionale.

Y: Il nostro è un fanfilm, no profit e soprattutto no budget. Abbiamo cercato di seguire le linee dell’anime – di cui siamo tutti fans – che è sicuramente inarrivabile. Siamo stati piacevolmente sorpresi di aver avuto riconoscimenti internazionali da importanti festival (oltre che per il nostro lungometraggio,anche per le nostre attrici protagoniste e per la nostra costumista), da New York a Israele, ma soprattutto rimarrà in noi l’emozione di essere stati premiati alla serata di Gala dell’Oniros Film Festival a Saint Vincent insieme a film interpretati da stars come Maria Grazia Cucinotta, Ron Perlman, Angela Lansbury. Abbiamo ricostruito una nostra Versailles, cercando di riproporre le emozioni, i colori e la passione del cartone, piccoli videoquadri che hanno l’intento anche di spingere il giovane spettatore ad informarsi e a cercare di conoscere l’opera originale. Dal punto di vista tecnico, per quanto riguarda i duelli, incrociano le lame spadisti agonisti, mentre i balli di corte sono stati affidati ad una scuola di balli d’epoca; riguardo alle musiche abbiamo cercato di mantenere l’atmosfera con nuovi soundtrack. Sia per il film che per il musical nessuno ha ricevuto compensi e il ricavato degli spettacoli a teatro è andato totalmente in beneficenza.

Lady Oscar è stata interpretata da Antonella Rea, mentre Maria Antonietta da Elena Pampaloni.

AR: Ciao. Grazie per questa opportunità che ci stai offrendo!

EP: Grazie per avermi reso partecipe a questa interessante intervista!

Antonella, Elena grazie anche a voi per la disponibilità. Come avete scelto i ruoli? Ognuna di voi ha scelto il personaggio che preferita, li avete scelti a sorte?

AR: Fin da piccola, ho sempre avuto una grande passione per i cartoni animati e “Una spada per Lady Oscar” è sempre stato il mio preferito. Ispirato all’elegante disegno del manga giapponese “Versailles no bara” di Riyoko Ikeda e ambientato nel periodo storico della Rivoluzione Francese, la storia del capitano della Guardia Reale Oscar François de Jarjayes alla corte della regina Maria Antonietta di Francia mi ha sempre affascinato. Il suo coraggio di scegliere di vivere a 14 anni come un uomo, la sua lealtà, la sua bellezza straordinaria e la sua tragicità mi hanno sempre colpito molto oltre alla sigla meravigliosa cantata da Cristina d’Avena. Il regista invece ha sempre avuto un grande interesse per la storia di Maria Antonietta. Una sera, mentre si parlava del progetto di un nuovo spettacolo, il regista decise di mettere in scena la storia di Lady Oscar incrociata con la storia della Stella della Senna, anch’essa eroina di un anime ambientato nella Francia rivoluzionaria. Dopo un’analisi delle attrici disponibili, il regista, sapendo che ero una grandissima fan di Oscar e che conoscevo bene il personaggio, mi propose il ruolo. Accettai con grande gioia! Finalmente avrei potuto realizzare il mio sogno interpretando il mio personaggio preferito e amato da sempre! Grazie al favore del pubblico riscontrato dopo cinque repliche a teatro, il regista decise di creare un fan film incentrandosi unicamente sulle vicende di Lady Oscar e della regina Maria Antonietta. Per me è stato un lavoro molto impegnativo ma anche un grande onore interpretare e omaggiare la mia eroina del cuore che comunque rimarrà sempre un mito inarrivabile.

EP: Il ruolo di Maria Antonietta mi è stato assegnato dal regista, Una delle sue doti caratteristiche è l’ intuito “ riesce a dipingere con i colori giusti ogni attore al suo ruolo “ ecco su quella tela e quei colori mi sono sporcata di coraggio e ho cercato di dare forma alla mia Maria Antonietta lasciandomi ritrarre dal mio estro intuito e istinto inizialmente non pensavo di essere in grado di interpretare maria Antonietta e Viste anche le alte aspettative di fiducia che riponeva in me il regista ho cercato di dare il mio meglio, nel mio piccolo per non deluderlo Yatta mi ha dato questa grande opportunità e lo ringrazierò sempre. interpretare Maria Antonietta mi ha fatto crescere artisticamente, ogni personaggio che indosso mi lascia qualcosa e qualcosa lascio a loro. Ci tengo molto a dire che la fiducia che da un regista ad un attore che determina la bravura del regista, e conseguentemente il risultato; mettere a proprio agio un attore, dando libero spazio di sperimentare e sperimentarsi sentirsi libero di esprimersi, beh questo fa tutta la differenza, ti fa amare quello che fai e lo fai con passione e felicita qualsiasi ruolo metti in scena.

Ve lo chiedo a tutti: quando vi rivedremo in scena? Inizio da te, Elena.

EP: C’è una grande voglia di ritornare in scena Ho congelato quelle emozioni e spero di poterle rivivere presto.. e un po’ come un grande amore che sai che t aspetta e tu aspetti lui.. perché da soli non andiamo da nessuna parte. C’è una citazione del grande Eduardo de Filippo che sento particolarmente mia perché è stata vissuta con la stessa intensità in ogni singola parola “È stata tutta una vita di sacrifici e di gelo!” Così si fa il fa il teatro, così ho fatto!M”a il cuore ha tremato sempre tutte le sere, tutte le prime rappresentazioni e l’ho pagato!” Anche stasera mi batte il cuore e continuerà a battere anche quando si sarà fermato.” Il cuore per ora si è fermato aspetto che riprenda a battere .. ad oggi c’è un nuovo progetto Ma non sta a me anticipare nulla sicuramente darà “molta allegria”

Antonella, ti che ci dici?

AR: Per quanto riguarda il teatro non credo che il gruppo dei Giocolieri delle Stelle torni in scena prima del 2022. Per quanto riguarda invece il nuovo progetto cinematografico dipenderà dalle tempistiche della conclusione del film e del successivo montaggio.

E tu, Yatta?

Y: Questa esperienza ci ha proiettato in un nuovo mondo e quindi abbiamo deciso di seguire questo cammino. Il nuovo progetto sarà un qualcosa di totalmente diverso: Pollon Athena Zeus e i miti dell’Olimpo torneranno in scena, cercando di strapparvi un sorriso e di ricordarvi frammenti della mitologia greca… logicamente anche stavolta tutto no budget, perche vogliamo essere liberi di sognare seppur a modo nostro nei nostri mondi fantastici.

Ringrazio i Giocolieri delle Stelle per la disponibilità e condivido i loro saluti.

Seguite anche voi I Giocolieri delle Stelle sui loro canali, sono fantastici!

Lascia un commento