La Duchessa – Film 2008

La Duchessa – Film 2008

  • Categoria dell'articolo:Film Storici
  • Tempo di lettura:6 minuti di lettura

Regno Unito: XVIII secolo Georgiana Cavendish, Duchessa del Devonshire, è indiscussa regina di stile, una icona per gli uomini e le donne del suo tempo.

Sposata con uno degli uomini più influenti del Regno, non lo ama e non è riamata. Si interessa di moda e politica e, solo per distrarsi, dirà al marito, inizia una relazione clandestina con il futuro primo ministro inglese. In realtà ne è profondamente innamorata.

Il marito la scopre, si infuria, ma lei non demorde e dalla relazione con l’amante nasce una bambina che Georgiana è costretta ad affidare alla famiglia dell’amante. Un dolore straziante,

Recensione

Il film descrive la condizione delle nobildonne nella seconda metà del 1700: sole e destinate a produrre figli maschi per poter fare andare avanti il nome del casato. Georgiana e la sua amica, che, ironia del destino diverrà l’amante del marito della stessa Georgiana, sono accomunate da un matrimonio combinato e non fortunato.

La storia è raccontata con un impianto classico:

  • il marito di Georgiana è tanto ricco, quanto becero. Accarezza i suoi cani, ma non la moglie. Ha una figlia nata da una precedente amante, che fa allevare alla moglie, come se fosse un cucciolo. Cerca disperatamente un erede maschio, che tarda ad arrivare. Continua a tradire la moglie ma non accetta che la moglie a sua volta abbia un amante. Ralph Fiennes è bravissimo, mai una incertezza, mai un dubbio. E se invece lo avesse avuto? Se avesse guardato la moglie con desiderio ogni tanto? Forse il film avrebbe acquistato uno spessore maggiore.
  • la moglie, Georgiana è bella, intelligente, divertente, informata, impegnata, ha gusto e senso dell’umorismo, sa divertirsi e divertire: tanta roba in dote ad uno degli uomini più ricchi e potenti di Inghilterra. La repulsione per il marito arriva quasi immediatamente, come il senso di solitudine. Ma se anche lei avesse avuto un dubbio, un sussulto?
  • l’altra, l’amica di Georgiana: scappa dal marito che le tiene in ostaggio i figli maschi, cede alle avances del Duca per ricongiungersi ai suoi bambini, cosa che ottiene (la gerarchia fra nobili funziona). Si dichiara amica, ma le amiche non si dicono tutto? e se avesse confidato a Georgiana che il Duca la guardava e che quegli sguardi sottintendevano qualcosa, e se le avesse detto che sperava che se si fosse concessa al Duca, in cambio avrebbe preteso di riottenere i suoi bambini? Cosa avrebbe fatto Georgiana? L’avrebbe appoggiata? Nel film Georgiana non ha avuto scelta, ma se l’avesse avuta?

Il film è bello, cucito splendidamente, come i costumi di Micheal O’Connor, che  vince l’Oscar per il Migliori Costumi. Un orlo storto, un pelo di cane sul pavimento, un fiore appassito nel centro tavola avrebbero creato quello stridore emotivo che questo film perfetto vuole raccontare. Con piccoli dettagli avrebbe potuto far sentire questo stridore e non solo raccontarlo.

Da 1 a 10?

8 meno meno meno meno meno meno meno meno

Guarda il trailer in lingua originale

Vedilo ora https://www.primevideo.com/detail/0KN8Z3M2OCRERVPGPQR2AQC32S/ref=dvm_src_ret_it_xx_s

Compra il DVD

Leggi il libro dal quale è stato tratto il film

Vestiti come la Duchessa (scegli Golden-flower)

Ti piacciono i film su tradimento e perdono? Leggi questa recensione.

Leggi la sceneggiatura in lingua originale.

Lascia un commento